Toolbar
Ultimi Articoli

2014

20 articoli

Lunedì, 31 Marzo 2014 14:50

Croire spring summer 2014

Collezione Fenêtre p/e 2014

Una nuova apertura e il passaggio da una dimensione ad un’altra, questo è il leitmotif della collezione P/E 2014 di CROIRE. La collezione Fenêtre narra di due diverse dimensioni che si incontrano sulla cornice di una finestra attraverso cui si congiungono due diverse spinte, quella verso la razionalità, verso il proprio io e  quella verso l’irrazionalità, il super-io. Ciò che è fuori, ciò su cui ci si affaccia tramite la finestra è il mondo insieme alle sue realtà nascoste, che rappresentano una via di fuga da tutto ciò che schematicamente trattiene. La collezione estate 2014 di CROIRE vuole esprimere proprio il passaggio tra queste due dimensioni, ed è così che l’uso delle righe sottolinea da un lato la presenza della forte razionalità, dell’Io che ci guida e a volte limita, mentre, al contrario, l’utilizzo dei pois sta ad indicare l’importanza dell’irrazionalità, della fluidità della vita. I pois come tanti piccoli mondi a cui possiamo accedere attraverso il coraggio di attuare questo passaggio. Stessa dicotomia nell’utilizzo dei colori, dalla tinta unita all’utilizzo di colori vivaci e che richiamano la terra: il blu cielo, il ciliegia, il fango e il bianco delle nuvole. CROIRE con la sua collezione Fenêtre testimonia l’interesse verso nuove esperienze e la volontà di proiettare il proprio sguardo all’esterno di una finestra che fa breccia nel passato e affaccia su un futuro, che è nuovo inizio, ma che mantiene le sue radici nelle proprie origini.

croire_4fashionlook

croire_4fashionlook

croire_4fashionlook

model: KORLAN MADI
ph: GUIDO GAMBARDELLA
mua & hair: BARBARA SALTALIPPI
style department: ISABELLA SALTALIPPI

Fenetre fashion film (video)

www.croire.it  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Moda
Lunedì, 31 Marzo 2014 12:18

Ops objects

OPS OBJECTS nasce nel 2010 come un progetto internazionale di fashion design, attraverso un mix up di più competenze specifiche, dallo stile, alla comunicazione per arrivare al posizionamento e alla distribuzione: Milano, Hong Kong e Ginevra rappresentano la “culla” dei valori del marchio, l’ambiente ideale dove sviluppare idee che rappresentino un punto di svolta nel mercato, partendo dai watches per arrivare ai fashion jewels & accessories. Il melting pot culturale e l’esperienza storica del management , uniti ad una visione non convenzionale del brand, hanno dato il via ad un processo di crescita  importante, tanto da rappresentare al momento, una tra le principali realtà FASTER GROWING in Italia. La ricerca e l’innovazione rendono Ops Object leader nel settore, infatti l’ispirazione arriva dalle incone del fashion system che hanno dominato il mondo dei jewels & accessories, innovandone i contenuti, lo stile e i materiali. Ma il tutto  con un design accessibile a tutti e con una creatività ironica, sdogadando l’eccessiva seriosità e i moralismi della società, cercando di essere non convenzionale e fuori dagli schemi. Oggi gli accessori Ops sono un must, ci rendono le giornate più colorate, completando il nostro look con un tocco di luce e di originalità.

ops_objects_4fashionlook

ops_objects_4fashionlook

ops_objects_4fashionlook

www.opsobjects.com  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 17:32

Sergio daricello spring summer 2014

Maggio, anno 1972-Festival di Cannes. Fuori concorso partecipa il maestro Federico Fellini con il suo film “Roma”, il cui episodio “defilé al Vaticano” è l’ispirazione principale della collezione “Sergio Daricello” Primavera Estate 2014.Il film di Fellini, ironico e sarcastico, pone la parola “fine” a quella che era stata fino ad allora la “dolce vita”, periodo ricco e vivace sia a livello sociale che per il fashion system di quell’epoca. Nel frattempo dalle sartorie romane del dopo guerra gli abili artigiani iniziavano a dichiarare “battaglia” agli atelier parigini con le loro creazioni. Da quel punto spazio temporale si è sviluppata la ricerca che ha dato vita alla collezione: alta sartoria e abiti clericali sono strettamente legati da sempre, un ossimoro in cui la supposta semplicità della chiesa si scontra con lo sfarzo assoluto del mondo delle creazioni degli stilisti. Disarmonia che si è trasformata in spunto creativo, recuperando linee nette e decise, in contrapposizione all’abbondanza di linee arrotondate e di tessuti lavorati. Il contrasto tra l’ austerità delle linee e la ricchezza delle curve architettoniche delle chiese barocche è infatti la peculiarità delle linee di collezione. La donna che vestirà la collezione Sergio Daricello è sicura del proprio ruolo sociale e professionale, esprime senza indugio la sua sensualità e femminilità, affermate grazie alla scelta dei dettagli, dei tessuti e delle trasparenze. I materiali utilizzati nella collezione sono sete, mikado e organze di pura seta per i capispalla che riprendono le linee trapezoidali degli abiti talari, della cappa papale e arcivescovile reinterpretata con le trasparenze dell’organza. Gli abiti, dalle proporzioni che richiamano gli anni 50, mescolano alle sete, i cotoni, i tulle lavorati o tecno chiffon con ricami floreali applicati a degradé. Le gonne hanno tre vestibilità: a corolla con pence, pencil skirt a vita alta e la gonna svasata a livelli che riprende i tagli e le sovrapposizioni di tutta la collezione. I pantaloni nascono a sigaretta in sete rigide on in cotone operato. I top e le camicie sono in seta, cotone, organza tecnica, cotone con ricami applicati e sete stampate. I colori della collezione: bianco, nero e rosa antico. Le stampe sono un chiaro richiamo al mondo ecclesiastico, allover con elementi in oro, ostensori reinterpretati in chiave psichedelica per finire alla stampa affresco con cui il designer ha voluto onorare le sue origini utilizzando un affresco del pittore siciliano Vito D’anna “il trionfo di Palermo” I capi iconici: la tuta effetto see-through, totalmente in organza con dettagli in pelle e mikado, il trench doppio in mikado con doppia funzionalità d’uso e l’abito bustier.

sergio_daricello_4fashionlook

sergio_daricello_4fashionlook

sergio_daricello_4fashionlook

www.sergiodaricello.com  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 17:26

Elisa tognoli jewerly design

Elisa Tognoli, brasiliana di nascita ma residente da sempre in Liguria, fin da piccolissima capisce di avere una forte attrazione per l’arte, in particolar modo per la scultura.
É così che decide di iscriversi al Liceo Artistico della sua città, La Spezia e a metà percorso capisce di avere una speciale attitudine per le arti orafe. E’ così che dopo il Diploma si trasferisce a Firenze e si iscrive presso la Facoltà di Architettura al Corso di Laurea in Progettazione della Moda scegliendo il Curriculum "Accessori di Oreficeria". Dopo il conseguimento della Laurea, per ampliare ulteriormente le sue conoscenze, intraprende un Master in "Ingegneria del Gioiello" presso il Politecnico di Torino.Infine, a conclusione del suo percorso di studi, segue un "Corso di Alta formazione in Design del Gioiello" al Poli.Design a Milano. Attualmente svolge il ruolo di jewelry designer freelance per Gioiellerie e Aziende e da novembre 2012 ha ideato un proprio Marchio di gioielli contemporanei, Elisa Tognoli Jewelry Design, che vende in Showroom ed e-commerce specializzati.

LA PRIMA COLLEZIONE: ESSENTIAL PLEXIGLASS
Essential Plexiglass Collection nasce dalla voglia di rendere “concrete” idee, schizzi e immagini che fino a quel momento erano state solo espresse come pensieri. Amo il minimalismo e la semplicità, infatti le mie creazioni riflettono questi concetti e ogni mio pezzo è composto da forme geometriche che si intersecano fra loro, creando ogni volta una composizione che ricorda le pitture del Suprematismo Russo, mia fonte di ispirazione per questa collezione. I colori che caratterizzano questa collezione sono il rosso, il bianco e il nero.

DALL’ ARCHITETTURA…AD ARCHI JEWELS
Archi Jewels  Collection è il nome che ho voluto dare a questa mia seconda collezione. Per questi gioielli l’ uso del materiale muta, infatti sono realizzati con l’ alluminio satinato o l’ acciaio inox. L’ unica costante rispetto alla precedente è l’ uso dell ‘argento. Questa collezione ha al suo interno varie “Mini Parure”, composte da tre o quattro pezzi e ognuno ispirato a un edificio famoso o non che però mi ha colpito per la sua  particolare struttura. Può essere un palazzo, un ponte o il particolare  di una cancellata.

elisa_tognoli_jewerly_design_4fashionlook

elisa_tognoli_jewerly_design_4fashionlook

elisa_tognoli_jewerly_design_4fashionlook

www.elisatognoli.it  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 13:00

paula cademartori spring summer 2014

Per la nuova pre-collezione estiva Paula Cademartori trae ispirazione dallo scenario unico e affascinante di Villa Menafoglio Litta Panza, nota per la preziosa raccolta d’arte contemporanea e per il meraviglioso giardino all’italiana, quasi sospeso sulla città di Varese. Oltre a questo edificio storico - un tempo definito “villa di delizia” – la designer attinge anche al particolare senso della luce dell’artista minimalista americano Dan Flavin e alle sue rinomate opere scultoree esaltate da strutture fluorescenti. Alcune di esse, conservate all’interno del Guggenheim Museum di New York, suggeriscono la spontanea evocazione dell’intraprendente personalità di Peggy Guggenheim, appassionata collezionista dal carattere deciso, eclettico e cosmopolita che scoprì e collaborò con numerosi talenti del suo tempo. Arte, femminilità e potere della bellezza, sono dunque i riferimenti principali di una collezione che gioca a più riprese con gli elementi della luce e del colore, proseguendo l’evoluzione più ardita e fantasiosa della sapienza manifatturiera italiana e delle combinazioni cromatiche e materiche che da sempre distinguono le creazioni di Paula Cademartori. Alle forme intramontabili quali Faye e Petite Faye, Silvye e Petite Silvye, Kate,Tatiana, Anna, Caroline, Georgia e Petite Clara, si aggiungono due silhouette nuovissime e altrettanto iconiche: il modello Alice - versione macro della borsa Kate – e il modello Daisy, tote bag con doppio manico superiore dal volume capiente e funzionale. Le pelli più pregiate e le texture esotiche scoprono nuovi accostamenti dallo spirito iper-moderno e dal fascino eterno, svelando così una nuova serie di accessori del desiderio che, come opere d’arte, trascendono il passare del tempo diventando emblemi di stile, personalità e raffinata eleganza. La linea monocolor declina la morbida nappa - con applicazioni di macro borchie di metallo dorato o laccato -, introducendo l’iconica fibbia in un’inedita versione smaltata e coinvolgendo tutte le tonalità della palette estiva: dalle nuance naturali come l’avena beige e mascavo sugar ai toni urbani del mine grey e stone grey; dalle tinte floreali del pale orange, garden rose e forest green, alle diverse gradazioni di blu come il venice sky e il deep ocean blue; dalla vivacità del murder red e icon fuxia all’effetto fluo e iper-visivo del neon yellow, flavin green e bubble gum; fino alla purezza intensa del fresh white e del blue black. Sono queste le fresche e sofisticate tonalità che si fondono nei distintivi color-block delle proposte multicolor, declinate sia in nappa - con dettagli metallici in nickel lucido -, che in raso - con dettagli di pelle gold o silver dalla superficie zigrinata.

paula_cademartori_4fashionlook

paula_cademartori_4fashionlook

paula_cademartori_4fashionlook

www.paulacademartori.com  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 12:50

san andres milano fall winter 2014/15

“Acuerdate de Acapulco
de aquellas noches
María Bonita, María del alma;
acuerdate que en la playa,
con tus manitas las estrellitas
las enjuagabas”

Cosi' recita la canzone del compositore Agustin Lara dedicata alla sua amata, la celebre attrice Maria Felix, icona dell'età d'oro del cinema messicano, donna di una bellezza perturbante caratterizzata dal suo sguardo tagliente e da una personalità forte e determinata, tanto da divenire ispirazione per numerosi artisti del passato. Questa la scenografia e la donna a cui si ispira la collezione del brand San Andres per il prossimo Autunno/Inverno 2014-2015. A dettare il ritmo, un dualismo perfetto di passato e presente, maschile e femminile, permeato da un' allure dal sapore neo-retrò. Ecco, quindi, che la silhouette diventa over size per i cappotti e le giacche dal taglio sartoriale, arricchiti da dettagli in pellicce e dai ricami fatti a mano che coprono con rigore se indossate, divenendo, invece, veri e propri dettagli di stile se semplicemente poggiate sulle spalle. Must-have della collezione, la texture dei materiali, utilizzati con crepe di lana e stampe ad effetto marmorizzato che accompagnano sapientemente ogni capo creando strutture ampie e morbide per gli abiti dal taglio netto confluendo in block colors dal sapore anni'50 per le gonne ampie sotto al ginocchio. La palette colori e' decisa e suadente partendo dal blu indaco, per sorvolare territori di carta da zucchero, atterrare su emozionali verdi acqua, biscotti, alzando nuovamente il volo su atmosfere di panna, beige, nero ed oro. Le forme dei capi strizzano l'occhio al passato, proponendo cappotti e giacche over size, abiti a trapezio, gonne a pannello e pantaloni a sigaretta. Accenni, invece, dandy per gli accessori caratterizzati da cappelli maschili che strizzano l'occhio ai tempi in cui l'eleganza determinava ogni passaggio di vita. Una dedica alla bellezza tout-court, quindi, quella proposta dal designer Andres Caballero, che alza i toni a ritmo di una melodia destinata ad entrare nelle anime sensibili ed audaci delle donne del mondo.

san_andres_milano_4fashionlook

san_andres_milano_4fashionlook

san_andres_milano_4fashionlook

www.sanandresmilano.com  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 12:42

Miss bee beachwear spring summer 2014

Sailing from St Tropez to Ipanema

Per le estive fughe sulle rive della Cote d’Azur, ed i beach party sulle spiagge d’Ipanema, Miss Bee presenta per la prossima PE 2014 una vasta scelta di modelli, di bikini, costumi interi, fino a proporre una serie di vestitini da abbinare, molto snob e very fun. Bikini double face, quadrettino bianco vichy, un “ce qu’il faut pour etre bien”, dal due pezzi  basic, a fasce arricciate “très coquette”,  o modello Emanuelle con girocollo molto anni ’70. Una fantasia nastri viene disegnata da Miss Bee, sui toni lilla, azzurro, rosino, anni ’60, applicata sugli stessi modelli, come sui vestiti, a fascia lunghi, su un jersey fresco che  mai fa una piega. Costumi interi, mono spalla, con tripla striscia di colori abbinati: Seta, Acido e Tartaruga, o Salvia, Nero e Piombo, o con scollatura a V tartaruga e pomodoro. Nicole sembra uscito dalle spensierate bobine con Doris Day, su lidi americani, con bikini a culotte, e taschini applicati dérrière. La spugna a righine, altra new entry, su vestitini, short, costumi, abitini corti molto sexy e freshy. Una variante anche a fiorellini ricamati verde acido, da indossare al calar del sole, al sollevarsi della luna.

miss_bee_4fashionlook

miss_bee_4fashionlook

miss_bee_4fashionlook

www.missbee.info  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 12:34

rené caovilla spring summer 2014

Linee pulite, combinazioni di cristalli Swarovski che creano luci sfaccettate, la femminilità oggi. Lo stile Hollywood Regency influenza la collezione René Caovilla, le forme dell’arte classica si fondono con dettagli fantasiosi, superfici riflettenti ed elementi quasi architetturali e luminosi. Un sogno di razionalità nelle notti newyorkesi: la geometria definisce le regole di una bellezza senza tempo che emoziona, come nelle foto che Robert Mapplethorpe ha realizzato negli anni ’80 per le più prestigiose testate di moda. Le scarpe sono sculture metropolitane con forme dinamiche: t-strap, sandali in pitone e cristalli, moderni inserti in pizzo, tacchi in plexiglass, e open toe con tacchi vertiginosi. Per la Primavera-Estate 2014 René Caovilla rende preziosi anche i look più casual, inserendo preziosi dettagli sulle espadrillas di lusso e colori vitaminici, pietre e ricami speciali sulle sneaker. I modelli che illuminano il cuore della collezione René Caovilla sono dedicati alle forti ed affascinanti attrici che dagli anni ’30 agli anni ‘60 hanno reso unico il cinema con la loro decisa femminilità.
Greta: approfondendo il concetto di preziosità contemporanea: forme e profili geometrici sono coperti da cristalli, scintillanti cromie di colore illuminano il look della dark lady.
Judy: il glamour rigoroso della t-strap con punta in pitone si fonde con dettagli in micro-cristalli e tacchi vertiginosi.
Katharine: l’eleganza è sempre puntuale: l’intreccio-icona sul sandalo piatto è impreziosito da una combinazione di cristalli, l’essenza chic dello stile metropolitano.
Kim: la felicità è ora: giornate riscaldate dal sole della Cote d’Azur, un sandalo alto dai colori luminosi e allegri, cristalli trasparenti e, per essere ancora più vivaci, il cinturino alla caviglia è in vernice gialla.
Marlene: il sandalo scultura è un labirinto di forme e decorazioni brillanti che illuminano le gambe. Il tacco vertiginoso aggiunge un appeal ancora più sexy.
Ginger: lo stile casual si concede un lusso: la sneaker ha dettagli in oro, pietre scintillanti e colorate.

rené_caovilla_4fashionlook

rené_caovilla_4fashionlook

rené_caovilla_4fashionlook

www.renecaovilla.com  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 12:28

Matta design

Lella Matta, designer a 360°, inventa progetta e infine realizza autoproducendosi mobili, accessori moda, abiti, complementi d’arredo e oggetti di art-design. Una sua linea in particolare è diventata un filo conduttore tra la moda e l’interior , si chiama La Dolce Italia ed è composta da borse, orecchini, maglie, abiti, foulard ma anche cuscini in pelle e mobiletti. Si tratta di una immagine dipinta da Lella  poi riprodotta su vari materiali prediligendo tecniche di stampa ecologiche che utilizzano solo pigmenti naturali. La filosofia di Lella Matta è il bello unito all’utile e alla comodità con un occhio di riguardo verso il rispetto dell’ambiente e la produzione artigianale fatta per il 100% in Italia.

matta_design_4fashionlook

matta_design_4fashionlook

matta_design_4fashionlook

www.mattadesign.it  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 12:18

kinloch spring summer 2014

QUADRI ONIRICI SU FONDALI SICILIANI
FOUR SEASONS
SPRING SUMMER 2014

Kinloch torna a farci viaggiare, in un giro di valzer, tra fondali siciliani e teatrini nipponici.I foulards, in seta come in cotone, decorati con coralli in fondali più chiari o ambrati, pesci raccolti dalle tonnare, con bolle attinte dal mare spumeggiante, tornano a farci viaggiare in avventurose mete esotiche. Un’esplosiva Sant’Agata sfila sui viali catanesi con trionfanti luminarie e simbolici fichi d’India che incorniciano l’evento. Le maioliche inserite nella cucina siciliana, compongono un fondo floreale con l’arredamento di una semplice eleganza da cui traspare il calore della terra. Personaggi nipponici, lottatori e guardiani, usciti dall’Impero nipponico, che con le loro spade, sembrano quasi inscenare un pezzo teatrale, su un fondo di rondini danzanti. Aironi aprono le ali sul fondo di un cielo di un intenso blu estivo, appoggiandosi a riposare su cornicioni di palazzi barocchi. La bellezza dei disegni, la qualità dei tessuti e la delicatezza della lavorazione - eseguita interamente a mano, in Italia - hanno permesso a Kinloch di essere presente in alcune delle più prestigiose location d’Italia. Kinloch è un neo-brand del lusso firmato dell’italo scozzese Marco Kinloch Herbertson. Incominciata in Sicilia, presso la dimora settecentesca della moglie Antea Brugnoni Alliata, discendente di un’antica famiglia siciliana e appassionata conoscitrice del mondo arabo, quest’avventura alla ricerca di un design dal sapore al contempo originale e retro sta rapidamente portando il marchio ad una visibilità internazionale. Il team si è recentemente strutturato grazie alla presenza della milanese SUM Ventures di Davide Mongelli, Presidente del brand, la cui esperienza ed il cui entusiasmo sostengono la crescita del marchio e il suo corretto posizionamento in Italia e all’estero.

kinloch_4fashionlook

kinloch_4fashionlook

kinloch_4fashionlook

www.kinloch.it  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 25 Marzo 2014 12:09

pommes de claire spring summer 2014

Anche questa volta siamo di fronte a un mix di originalità e tradizione. Partiamo dal nome che Chiara ha voluto dare alla sua nuova Collezione, #duemilasessanta,  si ha subito la sensazione di essere immersi nel linguaggio dei social: dove il simbolo # è inteso come hastag. Mentre veniamo subito smentiti dall'alternarsi di classico e moderno nei tagli dei tessuti e nell'uso degli stessi, capiamo come in realtà il  # rappresenti il simbolo del numero, avete mai compilato un caro e vecchio assegno???? Gesto  che ormai è sempre più raro in un mondo dove tutto è on line. Semplice e facente parte di un linguaggio del passato. Così come la proiezione nel futuro delle tute, dei bermuda con il cavallo lunghissimo in morbidissimo gabardine di cotone  o delle giacche che stanno in piedi da sole in seta doppiata in neoprene, viene bruscamente interrotta dal richiamo ai samurai che riprendono la semplicità delle linee abbandonando tutti i fronzoli e frù frù. Notiamo  come la scelta del nero e dei colori scuri anche per un periodo di bella stagione sembra una scelta “alternativa”.  Avvicinandoci alla giacca antracite in lino stropicciato ci rendiamo conto che quello che apparentemente sembra una corazza, in realtà è un tessuto leggero e morbidissimo. E così sfogliando l'intera collezione ci troviamo di fronte a scelte che apparentemente generano un contrasto fra di loro ma che in realtà producono un percorso limpido e coerente espresso dalle forme degli abiti e dalle linee dei tagli. Gli accenni primaverili li troviamo nei dei tessuti stampati floreali sui toni del beige, gli abiti in seta con applicazioni da portare da soli o con accessori lavorati all'uncinetto nella parte superiore o nelle maxi culotte con finitura in pizzo che sbucano dagli abiti, da indossare per vezzo o  in modo distratto e sbarazzino come veri pantaloni. Siamo davanti ad un continuo alternarsi di ricerca di funzionalità che la donna richiede per il futuro applicata su scelte di linee che ci riportano nella semplicità degli anni '60. Si guarda, quindi ad una collezione con la sensazione di portare nel domani le certezze del passato.  La donna del futuro è sempre più grintosa, sembra una guerriera, dove unisce la propria forza alla raffinatezza. 

pommes_de_claire_4fashionlook

pommes_de_claire_4fashionlook

pommes_de_claire_4fashionlook

Credits
Ph: Max Valerio
Model: Giulia Alberti
Hair Stylist: Cecilia Consolini
Mua: Carolina Antonini
Stylist: Chiara Salvioli Maddalena Bottoglia
Bijoux: Antonella Filippini fashion designer
Shoes: Mirta e Olmar | S. Giacomo D|S (MN)
Testi: Ernesto Savandi

www.pommesdeclaire.it  facebook

Pubblicato in Moda
Venerdì, 21 Marzo 2014 13:41

Gaetano perrone spring summer 2014

La ricchezza ed i colori del "Ballet Russe", la più grande compagnia di ballo del ‘900, sono una delle fonti di ispirazione principale di questa collezione. Decorazioni e Superfici organiche si fondono con motivi geometrici; la modernità delle avanguardie di inizio secolo si fonde con l'orientalismo. Ci sono elementi naturali in questa modernità, che delineano oggetti che sembrano uscire da un "cabinet de curiosités": superfici a rilievo disegnano una conchiglia; squame intagliate lasciano intravedere borchie, quasi come paillettes sottopelle. Silhouettes architettoniche e tomaie che sembrano plissettate si ispirano alle geometrie dei drappeggi di Madame de Grès, enfatizzate da una zeppa, che diventa la costruzione iconica di questa stagione quando realizzata in plexi fumé con cristalli. Le stesse geometrie caratterizzano il nuovo tacco basso dai volumi importanti. La palette di colori è ricca e calda grazie ai toni di marrone-rosso e bruciato; di contro colori freddi come il blu ed il giada la raffreddano; il rosa corallo, violetto e accenni di giallo danno invece un tocco inaspettato a questa collezione, che è un passo in avanti nell'evoluzione dell'identità del marchio.

gaetano_perrone_4fashionlook

gaetano_perrone_4fashionlook

gaetano_perrone_4fashionlook

www.gaetanoperrone.com  facebook

 

Pubblicato in Moda
Venerdì, 21 Marzo 2014 13:34

The Brian&Barry Building Sanbabila

Milano, 20 marzo 2014 – Un nuovo modo di vivere il tempo libero che abbina lo shopping all’intrattenimento e che ha nella sperimentazione il suo dna: apre il 21 marzo a Milano, in via Durini 28, The Brian&Barry Building Sanbabila, nuova boutique megastore destinata a diventare un punto di riferimento per tutti coloro che ricercano l’eccellenza nella moda, nel gusto, nella cosmetica, nel design, nella gioielleria e nell’orologeria. Un destination place di 12 piani - di cui 11 fuori terra - che offre nuove opportunità di coniugare lo shopping e il tempo libero, in un percorso che include boutiques monobrand e aree multibrand, lussuose lounges e caffetterie, food market e ristorazione. Un progetto che vuole valorizzare il meglio del Made in Italy e consentire al pubblico di trovare the best of di ciò che viene concepito e realizzato nel resto del mondo. Aperto 7 giorni su 7 il nuovo building è un luogo in cui lasciarsi conquistare ogni volta da stimoli nuovi e da visitare in tutta calma: una shopping experience estesa consente di fare acquisti fra le 10 e le 22 mentre le aree food e ristorazione avranno orari estesi. I visitatori sono accolti nel grande atrio al piano terra dove accanto ad Eataly Café, uno dei partner principali del progetto, trova spazio l’area dedicata alla tecnologia di IWaboo e un’ampia area esposizioni che di volta in volta ospiterà mostre, eventi e collaborazioni speciali. All’interno dello store trovano posto il piano Home & Food dove EATALY, uno dei partner principali del progetto, sarà presente con la Piadineria dei Fratelli Maioli, L’Hamburgeria di Eataly, il Ristorante Meataly della Granda e tanti altri oltre ad uno spazio dedicato al mercato, mentre Ecliss Milano proporrà il meglio in fatto di decorazione e outdoor; il piano Beauty, interpretato in esclusiva da Sephora The BRIAN&BARRY BUILDING|SANBABILA Via Durini, 28 - 20122 Milano con un concetto retail mai presentato prima nel mondo; il piano Jewels&Watches, con le più note e prestigiose marche di gioielleria e orologeria; due piani Food, dove Eataly dà voce al Made in Italy e alle eccellenze dell’agroalimentare; quattro piani per l’abbigliamento donna e uomo, dove è possibile trovare i migliori brand italiani e internazionali selezionati da Brian&Barry e in cui è inserito anche il corner de L’Arte del Ricevere, dedicato agli appassionati di tè; due piani per il ristorante e la VIP Room di Asola Cucina Sartoriale, che sotto la giuda dello chef executive Matteo Torretta interpreta la grande cucina italiana in chiave contemporanea e internazionale, con la medesima cura sartoriale che si dedica a un abito su misura. Il nuovo megastore occupa gli spazi dell’intero palazzo che risale agli anni ‘50 e che sorge all’incrocio fra via Durini e via Borgogna ad opera dell'architetto Giovanni Muzio. Il palazzo è stato riorganizzato negli spazi e nelle relative destinazioni funzionali interne, a partire dal ripensamento delle modalità di movimento tra i livelli. Una “mobilità lenta” riferita agli spostamenti che si compiono attraverso le scale, l’altra più “veloce” rappresentata da due gruppi indipendenti di ascensori trasparenti che offrono una visuale dei piani. Di giorno il volume si presenta come un coronamento minimale, non invadente, mentre di notte la luce di questa scatola, pura e leggera, moltiplica la visibilità architettonica dell’edificio. La ristrutturazione non ha intaccato l’involucro esterno, che ha mantenuto la facciata originaria. Luce, leggerezza e trasparenza caratterizzano gli interni dove la sobrietà degli arredi e la ricercatezza dei materiali si esprime in un unico concetto di raffinatezza minimale. La singolarità della posizione, a pochi passi da Piazza San Babila, le caratteristiche dell’edificio e la volontà di creare un modo nuovo di coniugare lo shopping e il tempo libero sono gli stimoli che hanno dato il via al progetto. “Brian&Barry è sempre stato un precursore nel mondo del fashion retail e l’idea di rivoluzionare la nostra offerta dando vita a un megastore in grado di soddisfare esigenze diverse è stata un’evoluzione naturale” dichiara Claudio Zaccardi, presidente di BBB SpA che gestisce oltre al marchio Brian&Barry anche Boggi Milano. La caffetteria che si affaccia su via Borgogna aperta fin dalle 7 di mattina, lo shopping esteso fino alle 22 - un’opportunità unica The BRIAN&BARRY BUILDING|SANBABILA Via Durini, 28 - 20122 Milano nell’area, che consenta di vivificare la zona di San Babila anche in orari insoliti - e il ristorante Asola con una vista mozzafiato sulla piazza sono alcuni dei punti distintivi del Building: “Abbiamo voluto creare un luogo d’incontro aperto alla città in grado di coniugare l’eccellenza dei prodotti e del servizio con l’unicità di un mix merceologico d’avanguardia con la democraticità dei consumi” prosegue Zaccardi “All’interno del megastore, infatti, sarà possibile acquistare generi di lusso e provare esperienze gastronomiche d’autore ma anche fare una pausa nei food corner più informali: l’offerta è varia ed è pensata per un pubblico trasversale”. The Brian&Barry Building Sanbabila si colloca nella realtà internazionale delle boutiques department stores con il desiderio di diventare un concept replicabile nelle principali metropoli del mondo.

the_brian&barry _building_sanbabila_4fashionlook

I numeri di The Brian&Barry Building Sanbabila
12 i piani del Building adibiti ad attività commerciali
6000 i metri quadri lordi complessivi del megastore e 1500 mq di servizi
2 i main partner coinvolti nel progetto (Eataly, Sephora) oltre a Brian&Barry
6 le macro categorie merceologiche vendute all’interno (food & beverage, abbigliamento & accessori, home decor, gioielleria, orologeria, tecnologia, cosmetica)
8 i punti di ristorazione (La Piadineria dei Fratelli Maioli, Eataly incontra Lavazza per il caffè, la Gelateria Lait, la Pasticceria “Golosi di salute” di Luca Montersino, L’Hamburgeria di Eataly, il Ristorante Meataly della Granda, Eataly incontra Rosso Pomodoro per la pasta di Gragnano e la pizza, Asola Cucina Sartoriale)
oltre 200 le persone impiegate all’interno del Building

the_brian&barry _building_sanbabila_4fashionlook

the_brian&barry _building_sanbabila_4fashionlook

www.brianebarry.it  facebook

Pubblicato in News ed Eventi
Venerdì, 21 Marzo 2014 13:28

Avaro figlio spring summer 2014

Linee moderne e colori vibranti per la nuova SS 2014 Collection di Avaro Figlio. Nuance decise e tessuti effetto lucido rievocano un mondo fresco e tropicale dove stampe figurative in tema arricchiscono i volumi di maxi gonne e kaftani. Ricami geometrici definiscono silhouette rigorose alternandosi ai disegni figurativi realizzati in borchie decorate al laser. Tinte unite d'impatto e tridimensionalità, le trasparenze intarsiate tra silhouette scultoree e pieghe voluminose creano effetti di forti contrasti, il focus è sui fianchi. Tagli decisi e netti si alternano a trasgressivi effetti nude creando una mixture classica e seducente per una donna contemporanea e audace.

avaro_figlio_4fashionlook

avaro_figlio_4fashionlook

avaro_figlio_4fashionlook

www.avarofiglio.com  facebook

Pubblicato in Moda
Venerdì, 21 Marzo 2014 13:16

Spazio calusca

Spazio Calusca è situato nel cuore di Corso di Porta Ticinese, a breve distanza dai Navigli, in un piccolo vicolo denominato come l’antica casa di appuntamenti che sorgeva proprio nel cortile. Lo spazio si presenta come uno showroom di moda, un loft su due piani creato da un gruppo di creativi, progettisti professionisti e con passione, un luogo multifunzionale, in cui moda, arte, architettura e cultura si fondono in un’unica realtà. A guidare il team da un lato OPERA LAB, gruppo marchigiano di progettazione architettonica, già operante nel settore moda, e d’arredamento d’interni, dall’altro il GRUPPO CENSEO, gruppo bergamasco di ristrutturazione d’immobili, poi i migliori fabbri, falegnami, vetrai, artisti e artigiani. Numerose quindi le attività, i servizi ed i progetti che possono nascere ogni giorno da Spazio Calusca, dall’ utilizzo della location per eventi, servizi fotografici, fornitura props, a progetti di architettura d’ interni, visual design, progettazione di stand, boutique e vetrine. Al centro di ogni lavoro la visione artistica del progetto, il meraviglioso gioco di luci e la manipolazione della materia.

spazio_calusca_4fashionlook

spazio_calusca_4fashionlook

Spazio Calusca, Vicolo Calusca 8, 20123 Milano
T. +39 02 58113509  
www.serenaruggeripr.com

Pubblicato in News ed Eventi
Venerdì, 21 Marzo 2014 12:26

Domenico cioffi spring summer 2014

Comunicato Stampa Primavera Estate 2014

Sweet Chérif

‘Moonrise kingdom’, film di Wes Anderson – crea il perfetto sipario della nuova collezione Sweet Chérif di Domenico Cioffi: fuga di amore di 2 adolescenti ambientata nella metà degli anni sessanta nella provincia americana. Le case di legno coloniali ed i costumi della protagonista, creano la palette di colori della collezione, focalizzata sui rosa, azzurro, chantilly e off white. Sempre dagli anni 60 le ispirazioni geometriche riprese dai wall dall’artista Sol Lewitt, ed attualizzate grazie ad un viaggio tra i collage e l’arte kitsch di Jeff Koons con riferimenti anche alla sua ex--‐compagna Cicciolina, rivisitati attraverso gli abiti delle cheerleader ammorbidendo i contrasti colore ed accompagnandoli a stelle over da sceriffo,tagliate a vivo su PVC con effetto ologramma. Spage Age, ispirazioni spaziali, in cui l’infanzia assume un ruolo chiave remixata in chiave sportiva e tecnologica, in cui brilla un’unicità del capo, mantenendo sempre linearità e rigore. A completare il look ci sono occhiali in legno di betulla in diverse nuances, naturali e tinte, incisi con i segni tipici dell’artista americano, sandali alti e bassi in Pvc e capretto, visiere da tennis con grandi stelle a sei punte contribuiscono ulteriormente a dare un aspetto fresco e sportivo agli outfit.

domenico_cioffi_4fashionlook

domenico_cioffi_4fashionlook

domenico_cioffi_4fashionlook

www.domenicocioffi.com  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 18 Marzo 2014 17:14

White gallery roma

WHITE GALLERY è il primo Lifestyle Store di Roma. Situato all'Eur nel quartiere moderno progettato nel ‘42 in occasione dell'Esposizione Universale e celebre per la sua architettura razionalista. WHITE GALLERY si sviluppa su tre piani per un totale di 5000 metri quadrati dove moda, accessori, fragranze, design e food garantiscono un'esperienza multi-sensoriale grazie ad un mix di stili e linguaggi ricercati. Una vetrina continuamente proiettata sul vivere moderno attraverso colori, profumi, suoni, sapori e materia, un piacere reale fatto di cura nei dettagli e raffinatezza. Tutto questo racchiuso in un ambiente unico dal design ricercato, in cui fare shopping vuol dire confrontarsi con le ultimissime tendenze del panorama internazionale e curare al meglio il proprio stile.

white_gallery_roma_4fashionlook

Ambienti:

HALL
Un ambiente espositivo e mutevole pensato per raccontare tutte le tendenze del momento presenti nello Store e per accogliere i clienti dandogli un'anticipazione di cosa potranno ammirare nella varie aree.

LIFESTYLE AREA
Spazi interamente dedicati all’allestimento di aree monomarca.

KIDS WEAR
Ambiente dedicato alle collezioni moda disegnate per i più piccoli dai più grandi.

white_gallery_roma_4fashionlook

BAGS, SHOES AND ACCESSORIES
E’ la zona dedicata al mondo degli accessori, articoli indispensabili per la definizione del proprio stile. Si struttura come un lungo corridoio espositivo, con collezioni di alta gamma, edizioni limitate e prodotti esclusivi, permettendo al cliente di rendere reale un oggetto desiderato. Uno spazio unico e privilegiato che offre la possibilità di ammirare vere e proprie opere d'arti.

FRAGRANCES
Uno spazio dedicato ad un percorso olfattivo, contaminato da profumi e cosmetici rari, artigianali, di ricerca o di antica tradizione profumiera. Indossare la giusta fragranza è importante tanto quanto indossare il giusto capo di abbigliamento, per questo il cliente verrà sapientemente guidato alla ricerca dell’essenza che più gli somiglia.

WOMEN’S DAY WEAR
Nella meravigliosa location di una sala rotonda, che ha sul soffitto due ali di metallo e vetro ad opera di Karim Rashid, è possibile visionare le collezioni “day wear” : capi selezionati da indossare tutti i giorni rendendo la nostra quotidianità elegante, comoda ma comunque incredibilmente à la mode.

MEN’S AND WOMEN’S CLASSIC COLLECTION
L’eleganza può essere la somma di piccoli particolari: i tessuti, i tagli o gli accostamenti cromatici. Aziende ormai consolidate hanno fatto di questa filosofia l’obiettivo della loro produzione che viene messa a disposizione del nostro cliente alla ricerca dell’abito impeccabile.

MEN’S AND WOMEN’S FASHION WEAR
Aree dedicate ai grandi nomi del fashion system, ai new talents e alle loro collezioni . Qui, in un universo dove i limiti della creatività non esistono, le giovani promesse internazionali trovano il loro spazio. Collezioni dedicate a chi vuole essere continuamente aggiornato sui veloci cambiamenti di stili e tendenze.

SARTORIA UOMO/DONNA
La passione per l’eleganza e la qualità trovano sede nell’ area dedicata al servizio Sartoria. Qui esperti artigiani ripropongono, con scrupolosa attenzione alla qualità delle materie prime, la tradizione sartoriale italiana. Un vero e proprio tributo all’eccellenza del "Made in Italy": dagli abiti alle calzature, dai gemelli alle cravatte, dalle camicie agli articoli di pelletteria. All’interno della Sartoria di White Gallery, sia l'uomo che la donna potranno farsi confezionare, in base alle proprie esigenze, un capo personalizzato e veder così realizzato il capo dei propri sogni.

white_gallery_roma_4fashionlook

FINEST FOOD - next opening
Si tratterà di un esclusivo spazio a doppia altezza dedicato alla cultura del cibo inteso come espressione di identità e di stile di vita.

GALLERY
Spazio espositivo dedicato ad arte ed eventi.

BEAUTY AND RELAX - next opening
Sarà presto disponibile lo spazio dedicato al benessere, alla salute e all’equilibrio interno. Qui il cliente, dopo aver provato le ultimi novità presenti nello Store, avrà anche la possibilità di dedicarsi alla cura del proprio corpo e della propria mente attraverso un percorso spa personalizzato in base proprie esigenze.

Il tutto sarà strutturato secondo diverse aree:
• Coiffeur ed estetica per trattamenti di hair styling e make up personalizzati
• Beauty farm incentrata sull'estetica medicale con trattamenti anti-aging e terapie di food controlling
• Spa con bagno turco, sauna, vasche idromassaggio, area fitness e molto altro ancora

www.whitegallery.it  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 18 Marzo 2014 17:07

X-cape spring summer 2014

La nuova collezione primavera/estate 2014 di X-Cape è attenta alle più forti influenze urban street e propone un MADE IN ITALY sempre di tendenza in un mix di outfit colorati che evocano paesi lontani e rimandono all’arte astratta. Per lei, accanto alle sahariane dai toni naturali beige e verde che evocano la voglia di viaggi ed avventure, viene rivistata in nylon stampato e tinta unita la famosa giacchina modello Chanel, dalle tonalità delicate dell’avorio e del beige ai ai toni pastello del cipria, lilla, verde acqua, ed infine del ciliegia dall’aspetto fresco e romantico. Una vasta gamma di colori e Tessuti leggeri anche per le giacchine reversibili dalla manica ¾ e manica corta: la tinta macarons di uno dei due lati si contrappone con la stampe animalier pop o romantic flower presente sull’altro. Risultato ideale per le ragazze dall’anima calameontica che amano creare diverse tipologie di stili utilizzando lo stesso capo. Per lui, protagonista della stagione è il bomber dalle texture leggerissime, dove la natura incontaminata e selvaggia delle spiagge del Pacifico veste con i suoi colori più puri. Ma non solo: intramontabile la stampa camouflage e le scritte fluo. Non mancano i giubbini trapuntati e gli smanicati adatti a tutte le occasioni d’uso, la giacca di pelle tinta a freddo, i nuovi tessuti in maglina indaco, le camicie di jeans e di cotone stampato e il giubbetto di jeans, intramontabile e sempre più di tendenza. In voga come non mai, la felpa entra nei nostri guardaroba donandogli un’allure sportly-chic. X-Cape esalta quella femminile a protagonista assoluta dandole un sapore esotico, vestendola di stampe sublimatiche e non in cui la flora e la fauna dei tropici disegnano uno nuovo stile all’insegna della gioia di vivere. Quelle maschili, invece, propongono stampe sublimatiche e digitali dalle più svariate fantasie e scritte che si fondono perfettamente con il tessuto. Per entrambi, felpe e t-shirt diventano un nuovo terreno di condivisione: una bacheca social dove comunicare i propri stati d’animo e la propria personalità e dove potersi ritrovare all’interno di una comunità definita dall’hashtag prescelto. A tutto denim: questa stagione si sperimentano tutte le possibilità con la tela di Genova, punto di forza del brand italiano. Grintosi i modelli stropicciati con tasconi, gambe ad arco e non, freschi quelli in maglina denim con spacco a fondo. Gli skinny jeans di lei - che da qualche stagione dominano il mondo della moda giovane – si accorciano ulterioriormente, lasciando scoperte le caviglie, e optano per tessuti leggeri, stampati e sovratinti. La linea push-up esalta e valorizza le sinuosità femminili mentre l’applicazione di maxi cristalli, gemme e pietruzze lungo le tasche si accostano al denim ingentilendolo. Must have della stagione la linea UPPER , jeans marmorizzati e sovratinti nei colori più trendy di stagione (coral, lime, sky e light blue) Gli short in denim riprendono le tendenze, arricchendosi di frangie e dettagli luminosi. Sempre uguale e ogni volta sempre diverso, il denim per lui persiste come passe-partout e si declina in diverse forme e colori, sottoponendosi a nuovi trattamenti che lo rendono più leggero per la stagione estiva, fresco e grintoso, dall’anima street. Lavaggi delavé ed effetto stone-washed per il denim regular fit, mentre la linea slim e skinny è caratterizzata da gambe ad arco, lavaggi con rotture e spot che enfatizzano l’aspetto vissuto del jeans. Spruzzi di vernice sulla tela denim per i modelli dalla vestibilità più skinny e a cavallo sceso, gamba in forma e tessuto stropicciato. Bottoni a vista, tagli delle zip, geometria degli strappi: è la cura del dettaglio che fa la differenza. Denim anche per la camicia, classica o con inserti di ispirazione tribal africa. Ma anche personalizzata, per i nuovi artisti, da colpi di pennello e goccie di vernice bianca e rossa. Indaco, fango, verde, sabbia, senape, grey, asfalto, coccio e stampe per lui, sfumature pastello per lei: è’ un tripudio di colori e fantasie per i pantaloni di cotone con tascone, per i 5 tasche e per i chinos. Sono i dettagli che, ancora una volta, donano un’allure trendy al pantalone: cavallo sceso, tinta a freddo, abbottonature semi a vista e travette colorate a contrasto. Tre i modelli MUST HAVE più elaborati di stagione per lui: il jeans PALP e lo stesso in cotone colorato nella versione con spruzzi di vernice e senza , dalle gambe ad arco e stropicciato in sagoma; il jeans FOLLOWER e il pantalone FOLLOWER_COLOR un tascone realizzato sia in denim leggero sia in cotone tinto old e il pantalone SPALM, realizzato con tessuto spalmato e placcato, con risvolti e riporti in denim. I bermuda in jeans grintosi e pieni di particolori si accostano ai bermuda in cotone dalle stampe digitali fiorate e dai temi marittimi o sportivi sia interne che esterne, a quelli laserati con temi floreali e hawaiani.

x-cape_4fashionlook

x-cape_4fashionlook

x-cape_4fashionlook

www.x-cape.com  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 18 Marzo 2014 17:00

Krey

Le borse con il ciondolo! Krey® è un brand innovativo di abbigliamento femminile e accessori design che vuole differenziarsi dal mercato per la voluta ricerca di unicità e creatività. Fonte d’ispirazione primaria del brand è non seguire una moda. Nuove borse Made in Italy realizzate con materiali opachi e ciondolo!

krey_store_4fashionlook

krey_store_4fashionlookkrey_store_4fashionlook

www.kreystore.it  facebook

Pubblicato in Moda
Martedì, 18 Marzo 2014 00:09

Massimo Ardizzone fall winter 2014/15

La collezione Massimo Ardizzone AI 2014-15, presenta due mondi completamente opposti e contrastanti, dove ambientazioni leggere e sfuggenti diventano improvvisamente un'esplosione devastante. Gli outfit si colorano di morbide tonalità naturali; il rosa cipria, il beige e il cammello si illuminano di argento specchiato. Un' atmosfera delicata che integra un look femminile e sofisticato dalle qualità tattili intense per tessuto e colore.  I materiali tendono ad essere moderni, dominati da reminiscenze baroccheggianti su linee pulite ed essenziali e da morbidi mohair. Le silhouette decise e geometriche con effetto origami, creano spessore e tridimensionalità nell'intera figura. Dal cromatismo tenue passiamo a una realtà più autentica e contrastante dove domina il nero profondo e il bianco, accompagnati da un intenso color coccio. Mistero e trasparenza, luminosità e opacità sono le parole chiave di questo mood. Bordi di pelliccia in organza arricchiscono gli abiti e le coperture, aggiungendo volume e densità alle nuove linee. Dallo jacquard con micro disegni ai tessuti spalmati, dalla pelle opaca ai ricami con decori ispirati ai mosaici. Materiali dall' aspetto ruvido e ricercato, catturando i riflessi della luce e creando un affascinante equilibrio tra chiaro e scuro, presentano una donna forte e austera.

massimo_ardizzone_4fashionlook

massimo_ardizzone_4fashionlook

massimo_ardizzone_4fashionlook

www.massimoardizzone.com  facebook

Pubblicato in Moda
4fashionlook su Facebook   4fashionlook su Instagram   4fashionlook su YouTube