Toolbar

Barababac: la formula magica per gioielli e bijoux con un’anima antica e uno stile contemporaneo. A due passi da Ivrea, nel cuore del Canavese, a Romano, esiste da qualche anno un piccolo laboratorio con annesso show room, all’interno di una settecentesca abitazione dove un giovane designer, Ludovica Andrina, ha realizzato il sogno della sua vita: crea gioielli e bijoux utilizzando piccoli pezzi di macchine da scrivere e di vecchi orologi. Il laboratorio si chiama Barababac, che in dialetto piemontese significa “fiordaliso”. Un nome scelto come omaggio alla terra che la ospita, come vezzo linguistico che, per chi non conosce il piemontese, sembra quasi una formula magica, e poi perché il fiordaliso non è regolare e perfetto come una rosa e perché il suo significato, nel linguaggio dei fiori, è felicità e leggerezza. Tutto questo sono i gioielli Barababac: fortemente impregnati nella storia del Canavese, sede della grande fabbrica Olivetti, dove si producevano le prime macchine da scrivere e i primi computer, i cui pezzi vengono ora ricontestualizzati nei pendenti, negli orecchini e negli anelli, dove il sapore del tempo che passa lascia il posto a ricordi, sensazioni, consapevolezze. E c’è anche un po’ di magia nella creatività di Ludovica, che produce ogni articolo come pezzo unico e irripetibile, con particolari mai uguali, che continuano a mantenere la loro anima preziosa, ma si ammantano di una nuova storia, tutta ancora da vivere. “Macchine da scrivere e orologi sono stati sempre familiari per me – dice Ludovica. Mio nonno Genesio mi ha sempre parlato della Olivetti, dove ha lavorato per lungo tempo e mio nonno Francesco non usciva di casa se prima non aveva pulito e indossato uno dei suoi numerosi orologi. Così, ad un certo punto ho deciso di recuperare alcuni di questi oggetti ormai inutilizzati e di ridargli una nuova vita. Ultimamente, oltre all’argento 925 e al placcato oro 21kt, ho aggiunto una lavorazione con smalti colorati, e l’inclusione dei piccoli particolari avviene attraverso la vetrificazione, per dare ancora più pregio ai gioielli che realizzo”. Dapprima un po’ in sordina, poi con l’apertura del suo laboratorio, Ludovica ha realizzato il suo sogno e da due anni partecipa ad alcune importanti fiere del gioiello e del design (Design Bijoux Fiera Milano, White Show Milano e altre previste per il 2014 come Vicenza Oro) per portare la sua creatività anche al di fuori di Romano Cavese. Barababac è fornitrice, inoltre, di alcune gioiellerie italiane, a dimostrazione del fatto che la fusione tra il riutilizzo di vecchi materiali e l’alta gioielleria è possibile, grazie ad una grande creatività, una instancabile ricerca e, perché no? Ad un pizzico di magia…


4fashionlook

4fashionlook

4fashionlook

www.barababac.com  facebook

Altro in questa categoria: « Maimadi Le closet milano »
4fashionlook su Facebook   4fashionlook su Instagram   4fashionlook su YouTube