Toolbar
Editoriali

Il brand DADA DESIGN, Designing Art Dress and Architecture, è stato fondato da due architetti fashion designers, l’architetto Francesca Ferrara, e l’architetto Ernesto Graditi, che hanno utilizzato e mescolato le loro peculiarità professionali ed esperienze anche internazionali per dar vita ad una nuova creatura contemporanea, LAB - PRODUZIONE di fashion and design. L’idea imprenditoriale nasce da una pregressa attività di progettazione, produzione artistica e grafica nonché da una sapiente e continua ricerca di materiali e tecniche innovative, applicate al campo dell’arte, della moda e dell’home furniture. Ogni prodotto, frutto di studio e ricerca è realizzato interamente con materiali altamente qualificati e manodopera italiana, la cui intera filiera, dall'ideazione al prodotto finito, è totalmente seguita dai due designer. Nell’acronimo DADA, Designing Art Dress and Architecture, è contenuta la filosofia del marchio. Nei prodotti DADA DESIGN convivono integrandosi le componenti di arte, design e architettura: l’arte fluttua nella moda, così come il design converge nell’architettura, per una fruizione dell'arte più quotidiana, in una t-shirt in una sedia, una commistione del mondo artistico classico e del mondo digitale in una pochette, materiali architettonici nel fashion e un design personalizzato per complementi d’arredo. DADA DESIGN è nato proprio dall’empatia creativa dei suoi fondatori, nonché dai comuni interessi e indirizzi. Entrambi architetti, infatti, e liberi professionisti con una grande passione per il design, condividono anche l’amore per la moda, l’interesse per i tessuti ricercati e i materiali innovativi. La loro affinità progettuale e anche la comune base culturale li ha portati a mettere le conoscenze ed esperienze personali a servizio di un progetto comune: la creazione di un luogo incubatore di nuove tendenze, dove ogni singolo prodotto è frutto di un costante confronto e combinazione delle loro idee. Il brand ha disegnato collezioni di borse, t-shirts, maglie, papillon e accessori ispirati dalla ricerca materica, dalla progettazione artistica e grafica, fatte realizzare poi da fabbriche locali. Le tematiche da noi disegnate “vestono” anche complementi d'arredo quali sedie, cassettiere o tavolini in legno: dalla moda all'arte, dall’arte all’interior design. Una collezione unica, dai materiali ricercati e all’insegna della sostenibilità si chiama EDI’ : borse ed accessori - modelli unici e brevettati, realizzati con materiali desunti dal settore edilizio (dalle pavimentazioni industriali e per interni, all’isolamento termo acustico, rivestimenti e decorativi, settore elettrico) abbinati ai classici tessuti. Un gioco di opposti forgiato e miscelato per scolpire un’opzione alternativa. Praticità combinata con l'eleganza in un rigoroso Made in Italy.

dada_design_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

dada_design_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

dada_design_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

www.dadadesignitaly.com  facebook

La collezione di Guanti in pelle ricamati a mano, è combinazione di capacità tecniche tradizionali ed artigianali, a creatività e sperimentazione. Accessori dal look contemporaneo e di grande risonanza visiva grazie all’arte del ricamo Haute Couture. E’ una collezione che racchiude il senso originale della parola Moda e di quel “plus” che i prodotti devono avere; è una collezione rivolta ad appasionati e ad un pubblico femminile con alcuni pezzi realizzati su misura anche da uomo, ha una produzione limitata all’anno e/o su misura, per selezionati clienti. Una collezione sofisticata, con un taglio stilistico contemporaneo che ti consente di elevare e rivisitare il guanto classico. La pelle viene intelaiata ed il ricamo è realizzato direttamente su essa, per poi essere lavorata da maestri guantai. Lavorazioni antiche, manuali che rendono la calzata del guanto unica, un prodotto pervaso dalla passione di mani sapienti, che non è mai uguale l’uno all’altro dato il tipo di lavorazione, ed il materiale. Tutti i prodotti realizzati, sono alternativi alla visione del Fashion che abbiamo oggi, il modo di lavorare, l’approccio, le regole, il concetto di tempo, il codice etico e sociale, il rispetto, collocano i prodotti a marchio Modia Romano agli antipodi rispetto al concetto di Fast Fashion ed all’ Over production di cui è saturo il nostro tempo.

modia_romano_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

modia_romano_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

modia_romano_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

www.modiaromano.it  facebook

Sabato 15 dicembre si è svolta presso la splendida “Dimora L’Amore è…” la VII edizione del prestigioso evento prenatalizio “Christmas of Fashion 2018”, il Gran Gala di moda e solidarietà organizzato da “Artistica Eventi D’Autore” della stilista Eleonora Altamore. Quest’anno il fashion charity è stato realizzato a favore della Fondazione ANT Italia ONLUS, assistenza nazionale tumori, la più ampia realtà no profit per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuite. Un evento non solo di moda ma soprattutto di solidarietà.  La stilista Eleonora Altamore, donna di grande sensibilità e attenta alle problematiche sociali, da sempre focalizza i suoi eventi ad attività filantropiche allo scopo di sensibilizzare non solo i suoi ospiti ma l’opinione pubblica e le istituzioni là dove lo Stato è carente o assente. Alle ore 19 l’incantevole “Dimora L’amore è…” era già gremita di ospiti, che sono stati accolti da fiaccole, tappeti rossi e luminarie su tutto il percorso che giunge alla tenuta addobbata esternamente da tantissime luci e addobbi natalizi. Anche all’interno la creatività della stilista ha stupito tutti gli invitati, incantati dall’atmosfera calda e magica che ha avvolto l’intera residenza. Ogni angolo curato nei minimi particolari, compresa una grotta allestita da giochi di luce di tutti i tipi. Dopo il benvenuto agli ospiti servito con le diverse specialità vitivinicole dell’azienda “Casale del Giglio” sono stati presentati i medici e gli infermieri della Fondazione ANT ITALIA ONLUS. Erano presenti il dott. Marco Catena, la dott.ssa Rossella Maranò, gli infermieri Valeria D'amico e Mark Castro, i quali hanno descritto gli obiettivi della fondazione e la loro attività di volontariato. Un lavoro non facile che si svolge per passione, sempre a contatto con i pazienti oncologici, un supporto importante ma che hanno precisato arricchisce soprattutto loro. La serata è proseguita con la sfilata haute couture della stilista Eleonora Altamore che ha presentato una selezione di abiti di alta moda delle sue diverse collezioni. Il mood è quello caratteristico degli abiti del brand Altamore, sensuale, femminile ed elegante. Dress che mettono in risalto la silhouette, delineando le forme sottili e aggraziate. Vestiti che fanno sognare chi per un giorno vuole sentirsi una principessa. Ad ogni abito era abbinata una borsa creata dalla stilista. Borse particolarissime, di grande eleganza e pregio, delle vere opere d’arte. Il catwalk anche per alcune clienti ospiti che hanno indossato le creazioni Altamore haute couture, tra queste per “Modella per una notte” hanno sfilato: la Contessa Erika Emma Frode, la giornalista di Adnkronos Maria Teresa Guidetti, la top manager Eva Lacertosa, la cantante e attrice Emanuela Mari e la dottoressa Paola Rossini, l’atleta gladiatrice Monica Paolucci e la nobildonna Rossella Spadi. A seguire la ricca e squisita cena buffet offerta dal catering “Papillo Event” ha deliziato i palati degli invitati. La serata è proseguita con la lotteria solidale che ha messo in palio accessori esclusivi del brand Eleonora Altamore Fashion Luxury. In finale la consueta magnifica torta monumentale creata dall’architetto Andrea Dandolo e realizzata dalla pasticceria “Adrianense” di Anna Proietti. Tra gli ospiti all’evento tanti giornalisti e vip tra cui: lo scrittore Pascal Schembri, il senatore Giuseppe Basini, il giornalista e amministratore del quotidiano “L’Opinione” Ruggiero Capone, il marchese Paolo Dragonetti de Torres, la giornalista RAI Antonietta Di Vizia, la contessa Erika Emma Frode, la parlamentare europea del Kazakistan Venera Abdulkhalikova Marchioni, e una delegazione in rappresentanza della Cina.La serata è continuata in allegria con la disco dance, la voce e la musica live di Tonino Tiberi, le performance vocali della bravissima cantante Anna Vinci, conduttrice anche dell’evento, e dell’attrice e cantante Emanuela Mari con il suo repertorio partenopeo.

christmas_of_fashion_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

christmas_of_fashion_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

christmas_of_fashion_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

www.altamoremoda.com  facebook

Sardisco Couture. Dalla Sicilia alla Campania. Un incrocio di storie e destini, un omaggio alla terra materna in un viaggio che parte da lontano, dalle origini, sino ad arrivare alla terra partenopea, alla sua incredibile tradizione sartoriale, al Papà, nonchè, al Sannio Beneventano dove tutto si sviluppa e trae le sorti. Pasquale De Felice, giovane promettente e talentoso stilista telesino. La sua prima collezione, una linea di moda composta da 9 capi presentata nei giorni scorsi sui social, lnstagram e Facebook. La pioggia nel pineto, la celebre poesia di Gabriele D'Annunzio ad aspirare il suo lavoro, pathos ed eleganza trasferiti nello stile degli abiti di una moderna Eleonora Duse riproposta in chiave decisamente contemporanea. «E piove su i nostri vólti silvani, piove su le nostre mani ignude, su i nostri vestimenti leggieri, su i freschi pensieri che l'anima schiude novella, su la favola bella che ieri m'illuse, che oggi t'illude, o Ermione». Tendenze di fine 800, dei primi anni del 900, De Felice pone l'attenzione sulle maniche e i colli, rielabora pizzi, ricami e trasparenze. Le creazioni riprendono i colori del verde, dell'azzurro e del grigio, abbinati con buona pace al nero e al bianco. La collezione di haute couture e pret a couture e dunque scandita dall'alternanza dei colori. Ogni tonalità cromatica presenterà 3 generi: abito da sera, abito casual, abito da cocktail. Bellissime, incantevoli, le sue modelle, rigorosamente sannite, amiche e compagne di viaggio, straordinarie interpreti di un disegno magicamente riproposto nella realtà, così come gli scatti di Francesco Guarnieri. Ma chi e Pasquale De Felice? È innamorato del mondo della moda sin da bambino, studia al liceo artistico e gia nel 2013 organizza il suo primo fashion show nel quale presenta la sua prima collezione. Nel 2014 si iscrive all'Università degli studi di Roma «La Sapienza» al corso di studi di Scienze della moda e del costume. Ad agosto 2015 in un flash mob, ancora una volta nella Capitale, a piazza di Spagna, presenta la collezione «Luctum». Per la sua tesi di laurea, infine, realizza una capsule collection rielaborando la figura e l'abbigliamento di Maria Antonietta, «La reiné de la mode», ed utilizzando come scenografia del suo progetto i magnifici ambienti della Reggia di Caserta. Una volta laureato decide di dar vita alla «Sardisco Couture», una nuova linea di moda per una donna elegante, femminile ed indipendente, che ama e sa distinguersi.

sardisco_couture_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

sardisco_couture_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

sardisco_couture_moda_abbigliamento_shopping_4fashionlook

facebook

Pagina 1 di 127
4fashionlook su Facebook   4fashionlook su Instagram   4fashionlook su YouTube